Novità Scontrino Elettronico

Novità Scontrini Elettronici

Siamo sempre più vicini all’avvento del nuovo scontrino elettronico obbligatorio e cresce il numero di persone interessate a capire cos’è e come funziona la nuova rivoluzione del Fisco digitale.

Che cos’è lo scontrino elettronico?

Lo scontrino elettronico è l’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri previsto per i titolari di partita IVA che esercitano attività di commercio al minuto.

Da quando sarà obbligatorio?

Si partirà dal 1° luglio 2019 per negozianti, commercianti ed artigiani con volume d’affari superiore a 400.000 euro.

L’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri entrerà in vigore dal 1° gennaio 2020 per tutti i soggetti che certificano le proprie operazioni mediante il rilascio di scontrino o ricevuta fiscale.

Il decreto del MEF pubblicato il 16 maggio 2019 ha definito quali saranno i soggetti esonerati. Tra questi vi sono tabaccai, giornalai, tassisti e soggetti che effettuano operazioni marginali.

L’entrata in vigore dello scontrino elettronico obbligatorio sarà graduale.

L’Agenzia delle Entrate ha recentemente aggiornato le istruzioni e le regole tecniche per l’avvio dello scontrino elettronico, ma per molti è ancora poco chiaro cos’è e soprattutto come funziona il nuovo obbligo che partirà dal 1° luglio 2019.

Bonus per l’acquisto di un nuovo registratore di cassa

Così come la fattura elettronica, anche lo scontrino elettronico obbligatorio rappresenterà un costo per i soggetti obbligati.

Proprio per questo è stato introdotto un bonus del 50%  per l’acquisto di registratori di cassa necessari per la memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi.

Il credito d’imposta potrà essere richiesto per le spese sostenute nel 2019 e nel 2020 e sarà riconosciuto fino ad un massimo di 250 euro per l’acquisto di registratori di cassa di nuova generazione e fino ad un massimo di 50 euro per l’adattamento.

Sarà possibile utilizzare il credito riconosciuto a partire dalla prima liquidazione periodica IVA successiva alla data di registrazione della fattura relativa al pagamento del corrispettivo per l’acquisto o adattamento del registratore di cassa.

Il bonus del 50% sarà riconosciuto esclusivamente per i pagamenti effettuati in modalità tracciabile, così come disposto dal provvedimento pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 28 febbraio 2019.

Fonte : https://www.informazionefiscale.it

Lascia un commento

Chiudi il menu