Aggiornamento Dinamico Enterprise 1.16.0044

Pubblicata nuova versione di Dinamico Enterprise: 1.16.0044

Novità e miglioramenti

  1. Contabilizzazione fatture elettroniche passive: aggiunta data competenza movimento già nella maschera di importazione.
  2. Dichiarazioni d’intento fornitori e relativo plafond: aggiunta possibilità di escludere determinate fatture fornitori dal calcolo. Utile per escludere le note di accredito di storno in caso di fattura fornitore errata.
  3. Dichiarazioni d’intento: migliorata la maschera di interrogazione e i calcoli.
  4. Produzione – generazione ordini fornitori: spuntando l’opzione “scorta minima”, la quantità non viene più ordinata per commessa, se a magazzino esiste già una quantità sufficiente per soddisfare le commesse.
  5. Distinta base – Ricalcolo: introdotta possibilità di aggiornare selettivamente gli ultimi livelli a seconda del tipo, materiale o lavorazione.
  6. Vettori – Numeri tracking: aggiunta la possibilità, in anagrafica vettori, di limitare la lunghezza massima del numero di tracking inseribile in gestione ddt.
  7. Rimesse ordini fornitori con taglie e colori: è ora possibile portare in blocco gli articoli in carico anche se questi hanno taglie e colori.
  8. Gestione matricole: aggiunto flag per vedere solo le matricole in giacenze e aggiunta funzionalità stampa.
  9. Contabilità – Anticipi clienti e fornitori: è stata introdotta una nuova funzionalità per la gestione degli anticipi da clienti/verso fornitori. La nuova funzione permette di gestire gli acconti o anticipi da un’unica maschera centralizzata, compresa la generazione dei movimenti contabili di rilevamento accensione anticipo e di successivo storno, a chiusura di eventuali partite aperte.
  10. Fatturazione elettronica: aggiunta possibilità di inserire un terzo riferimento di tipo “altri dati gestionali”.
  11. Fatturazione elettronica – note di accredito: se si utilizza la procedura di storno da fattura (Alt+F3 su codice articolo), nel file vengono riportati anche i riferimenti al ddt di reso del cliente e alla propria fattura di vendita stornata.
  12. Fatturazione elettronica – note di accredito: se si utilizza la procedura di storno da fattura (Alt+F3 su codice articolo), nel file vengono riportati anche i riferimenti alla propria fattura di vendita che viene stornata.
  13. Fattura elettronica – Dichiarazioni intento: gli estremi delle eventuali dichiarazioni d’intento (protocollo attribuito dall’Agenzia delle Entrate) vengono ora riportati nel campo causale, come richiesto da alcuni clienti.
  14. Magazzino – Rettifiche inventariali automatiche: la funzionalità è ora disponibile anche per gli articoli gestiti a lotti.
  15. Esportazione/trasmissione spese sanitarie per 730: aggiunta gestione pagamenti tracciati sì/no. Necessita la versione aggiornata del plugin e che tutti i pagamenti siano configurati come per la fattura elettronica, indicando cioè il codice PA corrispondente.
  16. Fattura elettronica: aggiunta possibilità di forzare il campo “RiferimentiAmministrazione” nei documenti, riga per riga (F8 sulla riga).
  17. Contabilità e partite: aggiunta funzionalità di controllo congruenza saldi tra contabilità e partite clienti e fornitori (menu Utilità del modulo Contabilità).
  18. Anagrafica vettori: aggiunto campo URL, utilizzabile sia come riferimento personale che in alcune applicazioni personalizzate esterne.
  19. Contabilità – Gestione causali: è ora possibile definire la sequenza delle righe nelle causali di prima nota con corpo precompilato.
  20. Fattura elettronica: aggiunto campo “causali” in gestione clienti. Può essere utilizzato per inserire diverse informazioni, una per riga, che verranno poi riportate in fattura ed esportate come causali in fattura elettronica. Tali dati possono anche essere inseriti e modificati manualmente direttamente in fattura.
  21. Documenti – Stampe CONAI: aggiunta stampa riepilogativa annuale suddivisa per cliente.
  22. Autorizzazioni utenti – Gestione listini: aggiunta opzione per abilitare o meno la modifica dei listini per determinati utenti.
  23. Duplicazione articoli: aggiunta autocomposizione nuovo codice in base alla categoria con tasto F6 sulla relativa casella. Utilizzando questa funzione, la copia dell’articolo verrà inserita automaticamente nella categoria selezionata e la descrizione sarà data dalla concatenazione delle descrizioni delle categorie.
  24. Distinta base – Stampa: aggiunta opzione per stampare solo il primo livello.
  25. Documenti – Calce: sono stati resi modificabili, previa richiesta di conferma, i campi numero colli, peso netto e peso lordo anche dopo la stampa.
  26. Magazzino – Stampa movimento: aggiunto campo Ubicazioni, preso dalla tabella articoli, ai campi utilizzabili nel report.
  27. Rimesse ordini fornitori: aggiunti totali in calce per quantità ordinata, quantità già consegnata e saldo ordine.
  28. Anticipi clienti/fornitori: il movimento contabile di accensione generato automaticamente è ora sbloccato, in modo da consentire l’aggiustamento delle contropartite (es. inserimento di eventuali commissioni e spese). Solo la riga relativa all’anticipo stesso rimane bloccata, non modificabile.
  29. Anticipi clienti/fornitori: in fase di incasso/pagamento, è ora possibile saldare fatture con importo maggiore rispetto al valore dell’anticipo. Il movimento contabile risultante rileverà automaticamente eventuali abbuoni passivi o attivi. Come funziona: all’apertura della maschera, verrà proposto un importo non superiore al saldo residuo dell’anticipo. Deselezionando la fattura e spuntandola nuovamente, verrà selezionato l’importo dell’intera fattura, anche se superiore all’anticipo.
  30. Contabilizzazione fatture elettroniche passive: la data di competenza del movimento viene ora proposta di default uguale alla data del documento.
  31. Altre migliorie di minore entità.

 

Correzioni

  1. Produzione – Esplosione riga commessa: a volte i colori delle righe non venivano impostati correttamente, in caso di giacenza insufficiente.
  2. Inventario – calcolo costo medio e ultimo: il filtro per magazzino è ritornato a funzionare.
  3. Liquidazione IVA: il riquadro riportante gli acquisti del periodo non teneva conto dell’eventuale data competenza IVA.
  4. Distinta base – Duplicazione: non risultava possibile selezionare codici articoli con lunghezze superiori ai 16 caratteri come destinazione della duplicazione.
  5. Produzione – Prelevamenti per commessa: non era possibile prelevare semilavorati già prelevati/prodotti parzialmente.
  6. Gestione codice tracking: dopo l’ultimo aggiornamento, cercando di attribuire un codice tracking con doppio clic nell’apposita maschera, veniva generato un errore.
  7. Magazzino – Gestione: modificando la data veniva sempre generato un nuovo numero, anche se non si cambiava l’anno.
  8. Magazzino – LIFO a scatti: l’esportazione in Excel non teneva conto del filtro per categorie.
  9. Produzione – Prelevamento per commessa: se si prelevava un “semilavorato” (o assieme), le quantità dei livelli inferiori non venivano “chiuse” correttamente (quantità prelevata e quantità usata).
  10. Produzione – Rimesse ordini fornitori: caricando un ordine fornitore generato per commessa ma senza prelevamento contestuale, lo stato della riga in commessa rimaneva “Ordinato” anziché diventare “Disponibile”.
  11. Fattura elettronica: corretto bug che impediva il corretto interfacciamento con i servizi dell’intermediario superato un certo numero di fatture gestite.
  12. Articoli – procedura cambio codice: venivano persi i listini specifici in caso di cambio codice articolo se il listino aveva abilitata l’opzione di inserimento/aggiornamento automatico.
  13. Magazzino – Stampa inventario: veniva generato un errore se gli articoli coinvolti possedevano campi personalizzati con più di 50 caratteri.
  14. Gestione ordini e documenti: gli articoli con gestione di tipo “descrizioni/spese” venivano erroneamente incluse nel calcolo degli sconti in calce.
  15. Fattura elettronica – Note di accredito: alcune fatture datate stornate successivamente con procedura Alt+F3 in nota di accredito erano fonte di errore in fase di trasmissione della nota di accredito.
  16. Contabilità analitica – maschera riclassificazione ricavi: veniva generato un errore selezionando il mese di dicembre.
  17. Fattura elettronica: i campi vs. ordine n. e vs. ordine del dell’ordine cliente non venivano correttamente riportati nell’eventuale nota di accredito creata con la funzione di storno fatture (Alt+F3 sulla riga della n.c.).
  18. Maschera selezione lotti: veniva generato un errore se a parità di articolo e di lotto nel database erano presenti movimenti di magazzino con unità di misura diversa.
  19. Ordini, documenti e movimenti di magazzino: selezionando l’opzione per l’aggiornamento dei prezzi di tutte le righe riportanti lo stesso codice articolo, i totali delle righe coinvolte non venivano aggiornati.
  20. Evasione ordini clienti con F4: corretta una dicitura che poteva trarre in inganno quando si tentava l’evasione in blocco di un ordine con varianti.
  21. Contabilità – Nuova gestione anticipi clienti/fornitori: corretta una dicitura fuorviante e corretto filtro “in chiusura”.
  22. Contabilità – Liquidazione IVA: inserendo un utilizzo del credito annuale in compensazione dell’Iva a debito, il ricalcolo non avveniva automaticamente.
  23. Produzione – Interrogazione ordini: il filtro per tag non veniva mai popolato, di fatto impedendo la possibilità di filtrare per tag.
  24. Listini – gestione: in fase di inserimento di un prezzo personalizzato, se si selezionava il cliente o il fornitore prima del codice articolo veniva generato un errore.
  25. Contabilità – Autofatture Intra: le autofatture generate automaticamente in presenza di Iva Intra o Reverse Charge non riportavano la data di competenza corretta, quando diversa dalla data di registrazione.
  26. Stampa riepilogo Intrastat: il titolo della stampa riportava sempre la dicitura “acquisti”, anche quando si trattava di cessioni.
  27. Anticipi clienti/fornitori: i movimenti di saldo non venivano generati correttamente.
  28. Contabilità – Verifica saldi partite: non funzionava correttamente se il piano dei conti è a due livelli anziché tre.
  29. Produzione – Interrogazione commesse per riga: il filtro per anno era erroneamente impostato come obbligatorio.

Lascia un commento

Chiudi il menu